Translate

martedì 18 aprile 2017

RAIKKONEN, COLD CASE?


(18/4/2017) – Tre gran premi e tre gare mediocri: la sorte di Kimi Raikkonen alla Ferrari è segnata? Il finlandese è già un cold case? E, nel caso, chi sarà il nuovo pilota del Cavallino? Questo copione è un classico a Maranello: uno che si afferma e gioisce e l’altro che è in difficoltà e tiene il broncio. E’ successo tra Lauda e Regazzoni, tra Schumacher e Barrichello o Irvine, tra Alonso e Massa tanto per fermarci agli ultimi anni. Ma che succede all’ultimo campione del mondo ferrarista, giusto dieci anni fa? 

Raikkonen è stato autore di un buon finale di stagione 2016 e protagonista dei test invernali di Barcellona. Marchionne e Arrivabene avevano bruciato le ambizioni di Bottas confermandolo per un’altra stagione anche in virtù dell’ottimo rapporto con lo stizzoso Vettel e della solida esperienza utile allo sviluppo delle nuove monoposto 2017. Insomma, tutto sembrava andare per il verso giusto fino, però, ai primi verdetti della pista. Ebbene, la Ferrari SF70-H c’è, Vettel vince e convince, Kimi arranca, lamenta più problemi tecnici, si dice deluso, dimostra nervosismo e appare polemico con la squadra. Così non va. Avrà indubbiamente le sue ragioni ma lo sferzante giudizio del Presidente nel post GP di Cina – “Forse Raikkonen era impegnato in altre faccende” – dove tra l’altro non riusciva a superare Ricciardo mentre Vettel, con molta grinta, se lo è “bevuto” in un giro, è più di un campanello d’allarme (anche se ha ricevuto i complimenti post Sakhir)

Il contratto è in scadenza e i pretendenti sono tanti e già in fila. I nomi? Eccoli: Giovinazzi, Ricciardo, Grosjean, Sainz, Perez e lo stesso Bottas. (Charles Leclerc ultimo incomodo).

Nessun commento:

Posta un commento