Translate

venerdì 21 luglio 2017

SCHUMACHER COME FANGIO, 15 ANNI FA L’IMPRESA


(21/7/2017)SCHUAMCHER LIKE FANGIO. Uguagliare il numero di titoli mondiali – cinque - vinti dal mitico Fangio, per la serie: mission impossible… E invece Michael Schumacher “Il Cannibale” – e chi se no? – ci riuscì: vincendo il Gran Premio di Francia 2002, il 21 luglio di 15 anni fa, si assicurò matematicamente il quinto titolo mondiale di F1 – il terzo con la Ferrari -  proprio come il leggendario fuoriclasse argentino. Una cavalcata trionfale, quella di Schumi al volante della monoposto-gioiello di Maranello: la F2002. La supremazia fu schiacciante: nessuno aveva mai vinto il campionato di F1 con sei gare di anticipo. A Magny Cours, Schumi conquistò l’ottava vittoria stagionale anche con un po’ di fortuna: fino a cinque giri dal termine era in testa un giovane di grandi speranze, Kimi Raikkonen. Il finlandese della Mc Laren, però, fu autore di un dritto a causa dell’olio lasciato in pista dalla Toyota di Mc Nish con Michael lesto ad approfittarne. Non mancarono le polemiche legate, nell’occasione, allo sventolìo delle bandiere gialle e, in precedenza, anche alla leggera toccata della linea bianca di uscita dai box dopo il pit-stop che costò al tedesco un drive-throug. Nel contempo, il compagno di squadra Barrichello aveva alzato bandiera bianca col motore ammutolito e il coriaceo Montoya su Williams-Bmw fu costretto a rallentare per la minore efficienza delle sue gomme Michelin. Alla fine, Michael, sopraffatto dall’emozione e dalla gioia, disse “Non paragonatemi a Fangio. Lui non aveva alle spalle una grande squadra come la mia. Non sono io la leggenda, è questa Scuderia”.

Nessun commento:

Posta un commento